Se le piante scioperassero con noi #globalstrike

Prospettive Vegetali aderisce allo sciopero organizzato a Varese in Piazza Monte Grappa dalle 17

Sciopero dell’uomo o sciopero dei viventi?

Mettiamo caso che allo sciopero di Venerdì 15 Marzo aderisca tutta l’umanità.

Parleremmo di un successo “globale”, di una nuova consapevolezza e di uno spirito umano rinnovato.

Sarebbe una Fake News: non tanto perchè torneremmo a fare i soldatini per “La macchina del denaro” a partire da Sabato 20, ma soprattutto perchè l’umanità rappresenta lo 0,1% della materia vivente su questo pianeta.

Forse è un po tardi perchè questo messaggio arrivi in tutto il mondo, ma se Greta ha chiesto uno sciopero globale, allora è nostro dovere coinvolgere tutti gli esseri viventi che sicuramente sciopererebbero.

Uomo e natura – Villa Sciarra (Roma)

La lezione d’amore della natura


Immaginate se le piante (99,6% della massa vivente), senza esagerare citando l’ossigeno grazie al quale viviamo, smettessero anche solo di fiorire e fruttificare.

Il loro sì che sarebbe uno sciopero GLOBALE.

O se le galline potessero smettere per un venerdì di fare le uova nei lager in cui si trovano ed invadere le piazze per manifestare.

Nessuna di loro arriverebbe in piazza con l’atteggiamento di molti umani: “TANTO NON CAMBIERA’ NULLA”, gli basterebbe uscire dalla gabbia per recuperare una libertà integrale.

Sì perchè gli animali ed i vegetali hanno qualcosa a cui noi aspiriamo da sempre: anche in gabbia, mantengono uno status di libertà “mentale” che arriva sino ad accettare il sacrificio di sè per l’uomo, che credono degno del ruolo di custode del pianeta.

CI AMANO.

Ed in un epoca in cui siamo tutti, spesso disperatamente, alla ricerca di amore, sarebbe un peccato vivere questo giorno storico senza di loro: IL FUTURO STA PROPRIO NELLA COSTRUZIONE DI UNA RELAZIONE CON NOI STESSI, CON LE PIANTE E CON GLI ANIMALI.

Per questo portateli con voi e se avrete piacere condividete questo momento con l’hashtag #prospettivevegetali o taggando @prospettive.vegetali su instagram.

Farò da eco allo “sciopero vegetale” anche per tutte le settimane successive, essendo il fridays for future un evento ricorrente.

Il fiore: effimero e terapeutico

Troppo a lungo si è creduto che il cambiamento sia delegabile.

Il cambiamento dipende da quanto comprendi di essere determinante (ed allo stesso tempo ininfluente) per il pianeta, e da come agisci di conseguenza.

Sì, anche tu.

Sul pianeta terra non ci sono spettatori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *